Numerosi sono gli aspetti da tenere in considerazione per raggiungere un’ottima finitura e un’alta produttività nelle lavorazioni di filettatura, che dipendono, innanzitutto, dalle scelte effettuate in fase di pre-lavorazione. Scelte che tuttavia sono differenti a seconda della tipologia di filettatura che andremo ad effettuare: tornitura di filetti, fresatura di filetti o maschiatura.

rc-tools-filettatura-caratteristiche

Tornitura dei filetti: interna o esterna, hanno esigenze diverse

Innanzitutto possiamo precisare che è un metodo di filettatura ad alta produttività, adatto al più ampio numero di profili di filetto, applicato nei centri di lavoro come torni, centri di lavoro CNC e macchine multitasking, ossia in quelle situazioni dove i componenti rotanti vengono filettati tramite l’incisione diretta dell’utensile attorno al centro di rotazione in una serie di più passate.

rc-tools-sandvik-tornitura-generale-filetti

L’uso di queste macchine utensile permette di realizzare filettature speciali (ad esempio non normate o a passo variabile) oppure di lavorare pezzi di grandi dimensioni. Concettualmente semplice e molto conosciuta, la filettatura al tornio produce buoni livelli di finitura superficiale e qualità del filetto che, a seconda della lavorazione da eseguire, possiamo distinguere in:

Tornitura interna che esige delle precauzioni in fase di lavorazione, data dalla necessità di assicurare un’efficiente evacuazione truciolo e di dover spesso utilizzare utensili più lunghi e più sottili.

rc-tools-tornitura-interna-filetti

Ottenere un buon controllo del truciolo, una buona durata dell’utensile e qualità finale del componente è molto difficoltoso per cui sarebbe opportuno valutare una serie di fattori per una buona riuscita del processo produttivo:

  • La scelta adatta dell’utensile,
  • L’allineamento e posizionamento in altezza dello stesso
  • La scelta di un adeguato numero di passate e la corretta profondità di taglio
  • Un utensile antivibrante per evitare le vibrazioni provocate da utensili con lunghe sporgenze
  • Una corretta evacuazione del truciolo (soprattutto nei fori ciechi)

Queste sono solo alcune delle opzioni fondamentali per non incorrere in un effettivo fallimento oltre alle caratteristiche del componente, alla macchina ed il tipo di filetto da ottenere.

Tornitura esterna – sicuramente più facile e meno impegnativa per l’utensile, nella quale i risultati desiderati si possono ottenere a seconda del tipo di componente da lavorare e la forma del filetto da ottenere. Ciò nonostante, anche per questa lavorazione dobbiamo tener presente:

  • La velocità di avanzamento, che deve corrispondere al passo del filetto,
  • Un adeguato numero di passate e la corretta profondità di taglio,
  • Il controllo del truciolo per evitarne l’intasamento attorno all’utensile e/o al componente,
  • Come evitare le vibrazioni dovute a utensili e componenti con elevate sporgenze

rc-tools-sandvik-tornitura-esterna-filetti

Fresatura di filetti: quando è applicata e cosa considerare

 La fresatura genera i filetti con il movimento circolare in rampa tramite un utensile rotante. Il movimento laterale dell’utensile crea il passo del filetto in un solo giro.

rc-tools-sandvik-fresatura-filettirc-tools-fresatura-filetti

Anche se non così ampiamente utilizzata come la tornitura, la fresatura dei filetti riesce a ottenere un’elevata produttività in alcune applicazioni di elezione come ad esempio nei casi di:

  • Lavorazione di grandi pezzi che non possono essere facilmente montati su tornio
  • Lavorazioni di componenti con elevata sporgenza e pareti sottili
  • Lavorazione di materiali che causano problemi di controllo ed evacuazione truciolo
  • Lavorazione di componenti asimmetrici/non rotanti
  • Lavorazione di materiali difficili che generano elevate forze di taglio
  • Lavorazione contro spallamenti o vicino al fondo di un foro cieco
  • Componenti con setup instabili;
  • Scorte minimizzate di utensili;
  • Possibilità di rottura del maschio su parti costose

In questi casi sono fondamentali una buona stabilità della macchina, la concentricità perfetta nei dispositivi di serraggio e il comando CNC a 3 assi sincronizzati.

Maschiatura: attenzione alla scelta dell’utensile

 La maschiatura è un processo di lavorazione altamente efficiente, facile e ben affermato. Questo metodo consente di filettare in modo produttivo ed economico (soprattutto filetti più piccoli) grazie ai minori tempi di fermo macchina, alle maggiori velocità di taglio e alla prolungata vita dell’utensile.

rc-tools-sandvik-maschiatura

La maschiatura copre i più comuni profili di filetto ed è adatta per tutti i tipi di macchine utensili, con componenti sia rotanti che non rotanti possedendo:

  • Buon controllo del truciolo,
  • Ampia gamma di prodotti per materiali specifici,
  • Facile esecuzione nei fori profondi,
  • Possibile rullatura dei filetti,
  • Filetti di qualità.

Nella maschiatura è fondamentale la scelta dell’utensile; che si tratti di maschi da asportazione o a rullare, il rivestimento e la loro geometria sono caratteristiche essenziali da considerare. Un tipo di maschio per uno specifico campo che lavora bene un determinato materiale/applicazione non può essere efficace per altro.

Per tutti gli approfondimenti e delucidazioni circa le vostre lavorazioni di filettatura ed eventuali migliorie da apportare sulle singole lavorazioni contatta i nostri consulenti tecnici.

Telefono: 049 5798748
Mail: info@rctools.it